Blog

Evita lo Stand-by: abbatti l’elettrosmog e risparmi 3 alberi!

  |   Elettricità, Notizie   |   1 Comment

Lo stand-by inquina ed emette CO2  inutilmente. La TV, il Decoder, il lettore DVD, lo stereo, il Wi-Fi, il PC, il Microonde, ecc consumano e inquinano anche mentre non funzionano, se non si spengono completamente.

In un anno, mentre sono a riposo, producono quasi 28 kg di CO2, pari all’anidride carbonica assorbita da 3 alberi nello stesso periodo.

Ovviamente questo valore può cambiare a seconda di quanto sono efficienti i vostri elettrodomestici. Normalmente, più ne avete e più sono vecchi e maggiore sarà il vostro “consumo in stand by”.

Se volete sapere esattamente quanto consumano i vostri apparecchi mentre funzionano o mentre sono in stand by, il metodo più semplice è dotarvi di un MISURATORE DI CORRENTE: collegatelo all’apparecchio da misurare, e leggete sul display i watt consumati. Ripetendo l’esercizio per tutti gli apparecchi della vostra casa avrete in pochi minuti un’idea precisa dei consumi specifici di ogni apparecchio.

Potete farvi un idea generale sul consumo medio dei vari dispositivi anche nella sezione ELETTRICITA’ di Howmanytrees. 

Comunque quanto sia esattamente il consumo in stand-by è poco importante ed è sempre bene eliminarlo completamente: uno spreco, per quanto piccolo, è sempre uno spreco, e va eliminato.

Evitando lo stand-by si riduce l’esposizione all’inquinamento elettromagnetico,  detto anche ELETTROSMOG.

La circolazione di corrente elettrica infatti provoca la creazione di campi magnetici i cui effetti sulla salute sono ancora da accertare.  In attesa di questi accertamenti è sicuramente bene ridurre i rischi soprattutto in due modi:

  • spegnendo gli apparecchi completamente almeno di notte
  • posizionando gli apparecchi lontano dalle camere da letto, visto che l’intensità del campo magnetico diminuisce all’aumentare della distanza dalla sorgente

Quindi mai Wi-Fi, cordless, e telefonini in camera da letto!

I motivi per spegnere la televisione e le varie apparecchiature la sera e quando uscite quindi non sono trascurabili…

Prendete l’abitudine di fare il GIRO STAND-BY prima di andare a letto!

Schiacciare qualche pulsante non è faticoso e porta via veramente poco tempo, ma se proprio volete minimizzare quest’impegno potete dotarvi  di una ciabatta (o più) con interruttore e spegnere 4 o 5 apparecchi in una volta sola…

Ridurre le onde elettromagnetiche almeno quando non servono è anche un modo per salvaguardare la propria salute, quella del pianeta, e,  probabilmente,  dormire meglio!!!

1Comment
  • Viia | Feb 13, 2016 at 12:06

    Intervengo con piacere sul tema dell’elettrosmog coiradesnto che svolgo una innovativa attivite0 di screening ambientale domestico, chiamata AbiTest che ha sede proprio qui a Buccinasco. L’etere e8 ormai pieno di trasmissioni radio modulate sulle pif9 diverse gamme di frequenza e provenienti anche dall’estero e dallo spazio (satelliti). Nella classifica dei rischi da irraggiamento non metterei perf2 al primo posto i cellulari, perche8 questi irraggiano significativamente solo quando sono in funzione, cioe8 quando si sta parlando; nei momenti di stand by ogni cellulare non emette praticamente nulla (di fatto emette per qualche centesimo di secondo, ogni 30 secondi, un piccolo messaggino per far sapere alla rete dove si trova e che e8 acceso). A meno di essere un parlatore intensivo (sopra i 60 minuti di comunicazione cellulare al giorno), casi nei quali consigliamo l’auricolare, i problemi possono invece venire dai ripetitori di cellulari, dagli impianti wireless e soprattutto dai “maledetti Cordless DECT”. Mi soffermo su questi ultimi che rappresentano un rischio subdolo: si tratta di cordless digitali che a differenza di quanto ci aspettiamo non cessano di trasmettere quando vengono riposizionati nella base. Nelle nostre prove AbiTest, in alcuni appartamenti, ho trovato valori altissimi di irraggiamento proprio sul comodino a fianco del letto, con il cliente completamente ignaro di questo. Il motivo per cui non cessano di irraggiare e8 che lo standard DECT prevede che le “basi” facciano rete tra di loro, per permettere all’utente di chiamare col cordless anche uscendo di casa, ma quasi nessuno usa pif9 questa funzione. Per chi volesse ulteriori informazioni e rimedi a questo indirizzo http://www.abitest.itWalter Bellini348 2513358

Post A Comment

nove + 11 =